Attrazione Oktoberfest, quasi metà degli avventori da fuori provincia o regione

Attrazione Oktoberfest, quasi metà degli avventori da fuori provincia o regione

 

L’Oktoberfest macina grandi numeri anche a Padova e lancia un messaggio di vivacità alla città. E il Land di Baviera, partner dell’iniziativa, si è dichiarato assai soddisfatto dei primi giorni dell’iniziativa e di questo ‘gemellaggio’ europeo tra la città del Santo e Monaco.

“La festa, a Padova come è già accaduto a Genova e Torino, deve portare gente e turismo. Deve riempire la città”, rimarca Alessio Balbi dell’organizzazione. Nel capoluogo ligure, così come a Torino, l’Oktoberfest si è rivelata una straordinaria calamita capace di attrarre decine di migliaia di ospiti da fuori città, dall’hinterland ma anche da fuori regione. “Possiamo dirlo con certezza dopo aver effettuato un sondaggio tra gli ospiti disponibili a rispondere – riferiscono gli organizzatori – Circa un terzo dei presenti era di Padova e della cintura, altri erano della provincia e quasi la metà di fuori provincia”. Un risultato straordinario che già al primo anno identifica Oktoberfest come evento europeo dal grande piglio mediatico nonché efficace volano turistico per la città.

“A Genova – riferisce Balbi – l’indotto portato alle attività economiche della città è stato tale che le associazioni di categoria oggi sono i nostri principali alleati e tre anni fa hanno richiesto che l’evento venisse prolungato da due al terzo weekend”. Questo perché la gente non passa solo la serata all’Oktoberfest, ma pranza al ristorante, fa shopping o visita i musei, talvolta dorme in albergo nel weekend. E i servizi per le famiglie con bambini attraggono a loro volta.

D’altra parte quella di Padova è la più grande Oktoberfest italiana ed è l’unico evento patrocinato dalla Baviera, ma soprattutto porta ricadute immediate per l’economia cittadina: dai 150 giovani assunti (con regolare contratto) alle tasse e utenze pagate al Comune (plateatico, rifiuti, allacciamenti, utenze, parcheggi, volantinaggio, affissioni e pubblicità). Dunque è intrattenimento, ma anche una grande operazione di marketing per la città.